anteprima de "la voce della memoria" con gli studenti dell'I.P.S.S.E.O.A. Pietro Piazza.



NOI.

Oggi noi abbiamo visto insieme un estratto in anteprima de "La Voce Della Memoria".

Non l'ho realizzato io, ma noi.

"Noi" è la parola, la chiave, la soluzione di tutto.

Perché nessuno è solo se l'orizzonte è lo stesso.


In questo incessante cammino nella Memoria, per la Memoria, Noi siamo eredi, custodi, detentori del suo destino e della sua continuità. Dunque, noi siamo il futuro, ognuno con la propria storia e tutti sulla stessa strada. Insieme.

E non avrebbe senso, dalla mia posizione, insistere con questa missione di confronto e inclusione, se dinanzi a me non ci fossero questi ragazzi e queste ragazze, pronti/e a scegliere di non voltarsi dall'altra parte, disposti/e a trasformare il mio cammino, il mio "io", nel nostro cammino, nel "Noi" fondamentale di cui sto parlando.


Credere in loro risveglia il tempo dall'oblìo dell'incertezza, lascia emergere la loro unicità e trasforma il confronto in arricchimento, lezione, dono.


I ragazzi e le ragazze dell'Istituto Pietro Piazza di Palermo (Istituto Per I Servizi Di Enogastronomia E L'Ospitalità Alberghiera), che hanno partecipato alle riprese del mio documentario "La Voce Della Memoria", sono il mio dono, il mio grande orgoglio.

Ringrazio il dirigente scolastico dell' I.P.S.S.E.O.A. Pietro Piazza, Vito Pecoraro e il professor Giovanni Mannara per la devozione con la quale hanno accolto il mio progetto e la fede nell'istruzione e nella cultura che fa di loro dei modelli esemplari per i/le loro studenti/studentesse.


Non aggiungo altro, ho solo fretta di dirvelo perché le occhiaie e l'affanno di oggi, addolcite dai loro sguardi pieni di complicità e fierezza, sono un trofeo che voglio condividere con tutti voi.

Con noi.


Giuseppe Mazzola.



2 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti